Rito di nozze: Focus sulla Cerimonia

Siamo tutti d’accordo nel dire che la parte più importante di un matrimonio è la celebrazione del rito.
D’altronde se non ci fosse nessuna celebrazione, non ci sarebbe nessun matrimonio e di conseguenza nessuna festa!

Parlando di matrimonio sicuramente ti sarà capitato di sentire parole come promessa, rito simbolico, rito civile, rito fittizio, rito reale o vero.

E probabilmente tutte queste parole ti hanno solo generato confusione.

Qual è la differenza tra queste? L’una esclude l’altra?

L’articolo di oggi servirà proprio a risolvere questi dubbi! Salva il link di questo articolo, ti tornerà sicuramente utile in futuro!

Promessa: che cos’è?

Si sente sempre più frequentemente parlare della festa della “promessa” di matrimonio.
In cosa consiste? E’ un matrimonio vero e proprio? La risposta è no, infatti la promessa di matrimonio consiste in una dichiarazione, fatta dagli sposi davanti all’ufficiale dello stato civile, di volersi sposare e di voler effettuare le pubblicazioni.

Da quel momento, la coppia ha sei mesi di tempo per convolare a nozze.
In altre parole, gli sposi si promettono di sposarsi.
Ultimamente è molto in voga festeggiare questa ricorrenza con una festa allestita totalmente con il colore verde, che simboleggia sia la speranza per il futuro sia un rapporto appena nato, come il bocciolo verde di un fiore che sta per schudersi.
La festa della promessa quindi non sostituisce quella del matrimonio, ma la precede, ed è del tutto facoltativa.

Matrimonio Simbolico: che cos’è?


Il matrimonio simbolico, come dice la parola stessa, è l’unione simbolica di due individui. Può essere celebrato in diversi modi (a questo link trovi un articolo che te ne mostra alcuni) e in diversi contesti.
Questo tipo di celebrazione è molto sentita ed emozionale, perfetta per commuovere tutti i tuoi ospiti e lasciare loro impressi dei ricordi indelebili. Tuttavia non costituisce un vincolo di matrimonio legale. In altre parole, dopo il matrimonio simbolico si risulta sposati solo emotivamente ma non legalmente.
Affinché ci si possa considerare sposati legalmente, bisogna unire al matrimonio simbolico il rito civile. 

Matrimonio Civile: che cos’è?


Il matrimonio civile costituisce l’unione legale degli sposi. Durante il matrimonio civile infatti, agli sposi è data lettura degli articoli del codice civile, e viene fatto loro firmare l’atto di matrimonio. 

A differenza di quello simbolico, che di norma risulta emozionale, ricco di dettagli e che può durare dai 20 ai 50 minuti, il rito civile è piuttosto formale e breve (di norma dura dai 10 ai 15 minuti) e non può essere celebrato in diversi modi, la procedura è standard per tutto il territorio italiano.

Devo scegliere per forza?

Come avrai capito, il rito civile è necessario affinché siate sposati legalmente. 

Questo tuttavia non deve precluderti la possibilità di organizzare un rito simbolico.
Infatti è possibile unire il rito civile e quello simbolico in un’unica celebrazione solenne, che può aver luogo direttamente presso la tua location, a patto che questa risulti casa comunale (ovvero che abbia i permessi comunali per celebrare legalmente il matrimonio), come Villa Fabiana.

Esatto! In Villa Fabiana puoi sposarti legalmente pur mantenendo il matrimonio solenne, emozionale e ricco di dettagli che sogni!


Lascia che il nostro team ti illustri in che modo! Vieni a conoscere Emilia e Antonio dal vivo e racconta loro la tua idea… e loro sapranno trasformarla in realtà!

Clicca qui per ricevere ADESSO la tua consulenza gratuita!

There are no comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart